Dr Edward Bach

ll Dr. Bach nacque nel 1886 a Moseley, vicino Birmingham, UK, da una famiglia di origini gallesi. Primo di tre figli, sin da piccolo grazie alla sua natura sensibile e compassionevole, aveva compreso la necessità di ricercare un sistema capace di alleviare le sofferenze umane.

Famoso medico, omeopata, patologo, batteriologo e immunologo, a lui si devono diverse scoperte nel campo della medicina convenzionale e dell'omeopatia, come per esempio alcuni lavori sulla tossiemia intestinale e la scoperta dei 7 nosodi omeopatici che portano il suo nome. Questi lavori gettarono le basi del Metodo dei 38 rimedi floreali conosciuto in tutto il mondo semplicemente come "I Fiori di Bach".

Grande conoscitore dell'animo umano, considerava l'uomo nella sua totalità e quindi da trattare con un approccio olistico che vede la sottile interconnessione tra anima, mente e corpo. Era convinto infatti che la malattia fosse il risultato di un conflitto tra questi elementi e che fosse paradossalmente essa stessa un "correttivo" quale passaggio obbligato per riprendere in mano le redini della propria vita, per lavorare su di sé e per liberarsi dai propri "difetti". Dr. Bach comprese che la personalità e l'atteggiamento emotivo fossero elementi determinanti per il mantenimento o per il recupero della propria salute.

La sua filosofia è racchiusa in due scritti fondamentali Guarisci Te Stesso e Libera Te Stesso dove ci invita ad ascoltare il nostro intuito, ad abbandonare le nostre paure, a vivere la vita con gioia nel cuore nella consapevolezza dell'unità di tutte le cose che ci collega l'un l'altro.

Deluso dalla medicina ufficiale, focalizzata solo sul problema fisico e per nulla interessata al paziente come individuo, nel 1930 abbandona Londra per dedicarsi alla ricerca di erbe e piante. Era convinto che la risposta alla sua ricerca non l'avrebbe trovata tra le mura di un laboratorio ma nella perfezione della Natura che nella sua generosità da sempre fornisce all'uomo tutto il necessario per la sua sopravvivenza. In questo quadro così perfetto era per lui impensabile che la Natura non fornisse anche i mezzi per curare le malattie. 
Nel 1936 presenta al mondo il suo lavoro completo pubblicando il testo "I Dodici Guaritori e altri rimedi" dove descrive con semplicità e chiarezza le caratteristiche dei 38 rimedi, suddividendoli in 7 gruppi (Paura, Incertezza, Insufficiente interesse per le circostanze presenti, Solitudie, Scoraggiamento e Disperazione, Eccessiva attenzione nei riguardi degli altri) e la loro modalità d’uso.

Il 26 novembre del 1936 il Dr. Bach conclude il suo viaggio terreno lasciandoci un sistema completo e sempre attuale poiché i Fiori di Bach fanno riferimento a 38 stati emotivi che caratterizzano l’essere umano e che non cambiano con il cambiare dei tempi o delle situazioni. I rimedi non combattono la malattia ma sviluppano la virtù opposta che ci permette di lavorare sui nostri "difetti".